Vaccinazione anti-covid in gravidanza e allattamento: c'è troppa confusione

Donna vaccinato presa in 19032

Rifiuto del vaccino? Il licenziamento del dipendente che rifiuti il vaccino anti covid non è una soluzione praticabile in concreto Il dibattito dottrinale in corso dal dicembre scorso si è polarizzato, con un approccio a volte alquanto astratto, sulla sussistenza o meno di un diritto del datore di lavoro di imporre ai propri dipendenti la vaccinazione anti covid e sulla possibilità o meno di licenziare quelli che rifiutino di sottoporvisi senza giustificato motivo. La risposta è affermativa. A dir il vero il Tribunale di Belluno non ha detto niente di sorprendente, né occorre scomodare la normativa emergenziale, essendo la responsabilità datoriale in tali casi già prevista dal nostro ordinamento. Il richiamato art. Merita a questo proposito richiamare una recente sentenza della Cassazione, avente ad oggetto una richiesta risarcitoria per la T. La cd. È possibile sospendere anche la retribuzione?

Bovino AstraZeneca e vaccinazioni Covid, le news di oggi 15 marzo La procura di Biella in precedenza aveva disposto il sequestro in tutto il Paese e in via cautelativa del lotto che era stato fermato in Piemonte. Ecco le ultime news sulle vaccinazioni Covid in Italia nel dм in cui a Milano e Roma partono i primi drive through allestiti dall'Esercito. Lo ha annunciato il capo generale della sanità di Lisbona, Graça Freitas, spiegando che la decisione è stata presa per precauzione in aspettativa delle istruzioni dell'Ema dopo la annuncio di presunti possibili effetti collaterali. Su questo bisognerebbe avere un'azione rapida, una legge per cui se non ti vaccini non sei idoneo al attivitа. Abbiamo il rischio grandissimo che i nostri cari, le persone che portiamo in ospedale, entrino sani per uscire malati per qualcuno che non si è vaccinato. La politica si deve prendere delle responsabilità.