Discriminazione

Offerta economica 522984

L'articolo 1, c. Il nuovo regime tributario si applica: alle somme ed ai valori corrisposti in esecuzione di contratti collettivi territoriali o aziendali; ai titolari di reddito da lavoro dipendente privato di importo non superiore, nell'anno precedente quello di percezione, a Si specifica, inoltre, che l'esenzione dal reddito non compete per la fruizione dei servizi di assistenza a beneficio di soggetti come i bambini, salvo i casi in cui la non autosufficienza si ricolleghi all'esistenza di patologie. Successivamente, il legislatore è nuovamente intervenuto sulla materia con l'articolo 1, commi da adella L. Tale provvedimento,nel confermare la predetta tassazione sostitutiva per i premi di produttività, ha innalzato i limiti dell'imponibile ammesso al beneficio da 2. Inoltre, ha disposto che non concorrono a formare il reddito da lavoro dipendente e sono quindi esclusi da ogni forma di imposizione i contributi alle forme pensionistiche complementari e i contributi di assistenza sanitaria anche se versati in eccedenza rispetto ai relativi limiti di deducibilitànonché il valore di azioni offerte alla generalità dei dipendenti anche se ricevute per un importo complessivo superiore a quello escluso dal reddito da lavoro dipendente ai fini IRPEF. Viene infine specificato attraverso una norma di interpretazione autenticache tra le opere ed i servizi riconosciuti dal datore di lavoro per specifiche finalità di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria o culto rientrano quelli riconosciuti in conformità a disposizioni di contratti di lavoro non solo aziendali come previsto dalla normativa previgentema anche nazionali, territoriali o interconfederali.

Modifiche alla legge regionale 11 agoston. Autorizzazione di funzioni e compiti amministrativi Art. Modifiche alla legge regionale 2 luglion. Modifiche alla legge regionale 22 dicembren. Modifica alla legge regionale 3 marzon. Entro il 31 dicembre di ciascuno anno, il Consorzio trasmette alle commissioni consiliari competenti in materia di conteggio e attività produttive un rapporto analitico sulle attività svolte di cui al comma 1. Su richiesta dei comuni interessati, le disposizioni di cui al comma 4 si applicano anche alle aree su cui insistono edifici oppure impianti dismessi classificate dallo strumento urbanistico generale comunale come zone omogenee D di cui al decreto del Cancelliere dei lavori pubblici 2 aprilen. Un membro è designato dalle Camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura; d il collegio sindacale, nominato dall'assemblea collettivo e composto da tre membri, allegato il presidente del collegio, designati dal Consiglio regionale, con voto limitato, con soggetti iscritti al registro dei revisori contabili.