Il vaginismo: una barriera per il sesso

Sesso entro poco tempo 186583

I disturbi sessuali femminili possono compromettere la sfera personale, intima e di coppia. La sessualità viene vissuta dalla donna con importanti emozioni negative: si avvertono ansia, disgusto, sensi di colpa, vergogna, tristezza, rabbia, frustrazione. Queste sensazioni si esprimono anche a livello corporeotanto da impedire o ostacolare il rapporto sessuale. I disturbi sessuali femminili possono avere causa organica, psicologica o mista. I disturbi sessuali femminili possono essere primaricioè presenti da tempo nella vita della persona, oppure secondari se acquisiti dopo una spiacevole esperienza, magari traumatica. Si distingue tra disturbi sessuali femminili situazionaliossia presenti solo in particolari situazioni o condizioni sessuali, e generalipresenti ogni volta che si tenta o si ha un rapporto sessuale. I disturbi sessuali femminili riguardano una delle fasi del ciclo della risposta sessuale :. Ogni fase è legata alla successiva e genera un effetto di potenziamento o di inibizione della risposta sessuale.

Partiamo da una definizione generale : intendiamo per abuso sessuale infantile qualsiasi attività che implica il coinvolgimento in attività sessuali di un minore da brandello di un adulto. Ad esempio, oltre alla violenza sessuale che implica una penetrazione, la costrizione al toccare oppure baciare; la visione non desiderata di nudità o atti sessuali del individuale adulto, di una coppia o più individui; riferimenti sessuali e argomentazioni oscene. Una persona che è stata abusata in età infantile porta nel cessato evolutivo della sua mente le tracce di un evento traumatico che abitualmente ne devia il normale sviluppo. Possiamo dire in linea generale che il livello di gravità segue tre dimensioni fondamentali:. Naturalmente essendo queste tre dimensioni molto variabili, fare previsioni nei singoli casi è molto complesso e, adatto per le capacità e risorse individuali, situazioni che potrebbero far pensare a conseguenze peggiori potrebbero rivelarsi meno gravi di altre da cui ci si aspetterebbe al contrario quadri meno compromessi.

Attenzione e corpo. Abbiamo già trattato in un precedente articolo il tema dell'esperienza di dolore che uomini e donne possono sperimentare durante i rapporti sessuali. In questo articolo vogliamo approfondire l'esperienza di dolore intenso sperimentato dalla femmina in occasione della penetrazione , siffatto da poter rendere impossibile ed gravemente sgradevole quest'ultima. Parliamo qui di un disturbo definito vaginismo, inteso quale fatto di ricorrenti e persistenti spasmi involontari della muscolatura perivaginale che rendono arduo o impossibile la penetrazione , affinché finisce dunque per essere evitata Fenelli, Lorenzini ,

Le più diffuse disfunzioni sessuali, i falsi miti e le implicazioni psicologiche affinché le peggiorano descritti da una psicoterapeuta cognitivo comportamentale esperta nel loro accoglienza. La fase del desiderio è caratterizzata dalla comparsa di un forte desiderio fisico e mentale di avere un rapporto sessuale, in genere accompagnato da fantasie erotiche. In entrambi i sessi si associano contrazioni ritmiche dello sfintere anale e dei muscoli perineali. Al contrario, le donne sono in fase di rispondere a nuove stimolazioni approssimativamente immediatamente. Spesso la mancanza di attenzione è dovuta a problemi psicologici affaticamento, ansia, depressione, bassa autostima, sensazione di inadeguatezza, scarsa accettazione del proprio massa, convinzioni religiose, educazione familiare rigida oppure di coppia.