Quando è lei a penetrare lui: ecco cos’é il pegging e come farlo

Passiva per 452526

Whatsapp Email Uomini e donne non parlano lo stesso linguaggio, né verbale né figurato. A letto questa diversità, se possibile, si accentua ancora di più. Si è parlato a lungo della necessità, per la donna, di esprimere anche verbalmente i propri desideri sessuali: come essere baciata, accarezzata e stimolata per raggiungere l'orgasmo per esempio. Ma gli uomini? Non tutte le fantasie e i desideri maschili sono prevedibili e incasellabili in linguaggi diretti e voglie prosaiche, anzi i maschi possono essere inaspettatamente anche molto raffinati. Il punto è che, spesso, questi desideri non vengono né espressi a parole né mostrati con particolari atteggiamenti, questo accade perché la spregiudicatezza poi non trova il coraggio di uscire allo scoperto. E poi, sempre in nome del girl power, stupirlo mostrandosi consapevole dei suoi desideri più nascosti. Legare e bendare o essere legato e bendato Affidarsi completamente all'altro Tra le fantasie sessuali maschili più comuni c'è il desiderio che la propria donna si lasci andare completamente e che si affidi al maschio.

Anche lo sapete già, magari non ne avete mai sentito parlare. Non perché prima non fossero dotati di retto, di prostata, di punto P e di punto L, ma solo perché è da poco tempo che gli uomini si sentono legittimati a considerare al di là del proprio asta. Ed ecco spiegato il successo del pegging sul pubblico maschile. Perché alle donne piace il pegging E se agli uomini il pegging piace, le donne non sono certo da inferiore. È lei a decidere tempi e modalità della penetrazione e a comandare su di lui. E con i dildo strap-on più moderni il capriccio è anche decisamente fisico: spopolano adesso dildo doppi con una parte affinché si inserisce anche in vagina e harness con vibratore integrato, per eccitare il clitoride a ogni spinta. Come per tutti i desideri erotici, la chiave è il dialogo.

Concentrato addirittura le grandi violenze nascono da piccoli atteggiamenti apparentemente insignificanti, affinché consecutivo insieme il cielo crescono e aumentano. Ci divertiremo un sacco. E all'unanimitа il adatto uccellone. Il mio bel campione verginello. Mi adagiai sul materassone prendisole e le mostrai il mio chiappe particolarmente muscoloso.