Filmare o fotografare una persona: cosa si rischia?

Foto con viso casa 624705

La legge stabilisce quale regola generale che si possano pubblicare le immagini e i video altrui soltanto qualora chi vi è ritratto abbia precedentemente prestato il proprio consenso alla pubblicazione. Questa regola Art. La legge esclude la necessità del consenso anche qualora la pubblicazione sia connessa a finalità normalmente estranee a chi pubblica online, specialmente sui social network. Si tratta di finalità di giustiziadi poliziascientificheculturali o didattiche. Qualora le immagini ritraggano un minoreè necessario il consenso dei genitori o di chi ne esercita la potestà.

Durante una passeggiata in città, ti sarà capitato di fotografare, con il tuo cellulare, una piazza sovraffollata e di ritrarre nel tuo scatto delle persone sconosciute, senza che queste se ne accorgessero. Nel pub che frequenti il sabato sera, insieme ai tuoi amici, ti sarai scattato una serie di selfie e sullo sfondo avrai astuzia, poi, i visi di altre persone presenti nello stesso locale. Ti sarà capitato anche di fotografare il tuo vicino di casa, mentre si occupava del suo giardino. Probabilmente, qualcuno ti avrà colto sul fatto e ti sarai difeso con la convinzione affinché fotografare persone in un luogo collettivo, o fuori dalle mura di abitazione, non sia illecito.

La tutela è di due tipi:. Quando la legge parla di ritratto e di immagine fa ovviamente riferimento ad ogni tipo di mezzo idoneo a catture la stessa: pertanto, è identico che si utilizzi una macchina fotografica, una videocamera o qualsiasi altro apparecchio analogo. Anche per le riprese filmato valgono le medesime osservazioni già fatte. Se manca il consenso la accelerazione è illecita. Riprese video di minori: si possono fare? Questo significa affinché non sarà assolutamente possibile fare riprese video di minori senza il accordo dei genitori , consenso che è sempre revocabile, anche dopo essere ceto prestato. Ovviamente, è inibita anche la divulgazione e la commercializzazione di tali immagini, le quali possono avvenire abbandonato a determinate condizioni. Di conseguenza, sarà necessaria la liberatoria dei genitori esclusivamente quando la foto abbia come argomento esclusivo o prevalente un minorenne ben identificabile.

Fotografia di nascosto a una persona oppure ai passanti: cosa rischia il fotografo che, con lo smartphone o la camera, filma o immortala chi non ha dato prima il consenso. Un tempo si usciva di casa insieme la spada. Oggi con lo smartphone. Il cellulare è diventato un argomento di difesa e di attacco. E se anche ad essere in allarme non è più la tua attivitа, ma la privacy, le conseguenze a volte non sono meno lesive.

Quali diritti di utilizzo sono associati alle immagini che trovo su Facebook oppure tramite Google Images? Posso scaricarle e usarle? Posso condividere online, sul mio blog, immagini prese da Instagram? Oppure copiare articoli di un blog e inserirli nel mio giornale? E se scatto una foto a uno ignorato, posso tranquillamente postarla su Instagram? Proviamo a rispondere, partendo dalle basi del diritto, ovvero da una Legge del L. In gran parte ci riesce.