Il tempo del divertimento è arrivato: ecco JoyVillage il centro a misura di tutti

Divertimento femminile non vedo 368243

Esordienti Allenatrice: Claudia Ghitti Nel pomeriggio del 22 luglio presso il Centro Sportivo di Rodengo Saiano è stato effettuato un incontro con le famiglie e le ragazze per presentare gli staff e le novità che saranno apportate nel corso della prossima stagione sportiva. Avere tutta la filiera, dalle Pulcine alla Primavera, permette il sostentamento ma anche e soprattutto un continuo arrivo di ragazze per la Prima Squadra. Ho fortemente voluto questo incontro con le famiglie per spiegare loro cosa vogliamo fare e quanto teniamo alla crescita, non solo sportiva, delle loro ragazze». La chiamata della presidente mi ha caricato di entusiasmo perché sono convinto che il calcio femminile ha enormi possibilità di crescita e sviluppo, e qui nella nostra provincia in particolare. Perché, senza fare troppi giri di parole, poche riescono ad arrivare al gradino più alto della piramide del calcio, è un dato di fatto, mentre tutte saranno donne nella vita di tutti i giorni. Sarà una stagione, Covid permettendo ma speriamo di no, impegnativa nella quale daremo tutti il massimo per portare sempre più in alto il nome del Brescia Femminile, ma soprattutto sarà una stagione nella quale vogliamo divertirci. A questo ci teniamo più che a ogni altra cosa».

WhatsApp Condividi Il judo e la cucina le due passioni Francesca Milani judoka romana che farà parte della attacco italiana alle Olimpiadi di Tokyo Dai suoi social, Francesca lascia intravedere i suoi grandi amori: la pizza, i dolci ma soprattutto il tatami e di conseguenza, il judo la sua disciplina. Infatti per la judoka di Testa di Lepre, Tokyo rappresenta il suo debutto olimpico. Il pass per Tokyo, Francesca l'ha conquistato durante gli ultimi mondiali di judo che si sono svolti a Budapest. Che emozioni provi al debutto in un'Olimpiade?

Ringraziamenti al programma calcistico UEFA Playmakers, le bambine in Svizzera vengono incoraggiate a scoprire il loro amore per il calcio, che potrebbe durare una attivitа intera. Nei prossimi anni, altre federazioni dovrebbero introdurre questo programma, rivolto alle bambine dai 5 agli 8 anni che non giocano ancora a football. Movimento, lavoro di squadra e fantasia A differenza dei programmi di football tradizionali, ognuno dei primi dieci allenamenti del UEFA Playmakers è basato sui cartoni animati Frozen II e Gli Incredibili 2. Le statistiche mostrano affinché la maggior parte delle bambine inizia a giocare a calcio solo con gli 8 e i 10 anni, e che due terzi di tutte le società svizzere non hanno squadre per sole ragazze. Abbiamo notato da molto tempo come tante ragazze giovani del nostro paese siano interessate e amino il calcio, ma risultino riluttanti ad unirsi ad una società oppure ad una squadra.

Son trascorsi parecchi anni ormai dalla sua esperienza sul piccolo schermo e oggi è felicemente legata a un differente uomo, Alessandro Mastromatteo. Fra pochi giorni diverranno genitori, infatti Diletta è gestante al nono mese e alla avanspettacolo ufficiale della trasmissione racconta come procede la gravidanza. La ventottenne di albori milanesi è in a dolce aspettativa di un maschietto: lo chiameranno Thomas. La maternità non è stata priva di ostacoli, in quanto la fanciulla è rimasta incinta mentre doveva aggredire un serio problema di salute, dopo 5 mesi trascorsi, immobile, a compreso per un incidente. Sapeva che sarebbe stato complicato, ma lei si sentiva in grado.